Crea sito

Alessandro Zanini - BOOKS + EXHIBITIONS


HOME | PHOTO ESSAYS | REPORTAGES/EDITORIAL | BIOGRAPHY | BLOG | CONTACT | RSS


DISTRETTO PILASTRO NORDEST

La mostra nasce all’interno del Progetto Pilastro2016 con l’obiettivo di descrivere un territorio, allargando i confini percepiti del Pilastro “storico” e supportando il processo di formazione dell’idea di Distretto Pilastro NordEst.
La campagna fotografica ha interessato il Pilastro residenziale, le aree commerciali e di terziario, le aree agricole limitrofe, interpretando il territorio secondo le dimensioni di essere, vivere e crescere. Una “tridimensionalità” che ha permesso di leggere i luoghi non solo come elementi fisici distintivi e riconoscibili, ma anche come contesti nei quali si proiettano sentimenti e identità, si costruiscono quotidianamente relazioni, si agisce un fare concreto.
Alla fotografia può essere affidato il compito di interpretare lo spazio che ci è prossimo e quotidiano quasi come fosse un paesaggio che contempliamo per la prima volta.
La distanza dall’oggetto che la fotografia impone ci chiama fuori da quei luoghi che ogni giorno attraversiamo e ci invita a coglierne l’aspetto attuale come il risultato di trasformazioni operate dall’attività umana, stratificate e dinamiche.
Ciò è ancora più evidente in un territorio come quello oggetto di questa mostra, periferico e periurbano, che nel volgere di alcuni decenni ha visto un cambiamento radicale.
In un paesaggio come quello del Distretto Pilastro NordEst, dove città e campagna sembrano contendersi lo spazio, dove convivono aree a netta destinazione insieme a spazi più incerti, la fotografia ci aiuta a vedere con occhi nuovi e nuovo interesse. È un invito a non liquidare i luoghi a noi consueti come ordinari, ma al contrario a comprenderli e interpretarli nel loro significato di complesso intreccio di valori materiali e significati immateriali, nella consapevolezza che essi contribuiscono alla costruzione di un luogo dove vivere, vitale, ricco e orientato al futuro.


The Distretto Pilastro NordEst in a suburban area of Bologna where an urban regeneration project is working on. The exhibition is an invite to change the vision of this district. Through photography we can see the complex pattern of material values and immaterial signs that make it a very dynamic place where live.

Fotografie di Lino Bertone e Alessandro Zanini
Urban Center Bologna | 5-26 marzo 2016



RIPRESI - I beni confiscati alla criminalità organizzata in Emilia-Romagna

L’Emilia Romagna negli ultimi anni ha visto aumentare in maniera considerevole il numero dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata sul proprio territorio.
La mostra ricostruisce il quadro attuale della situazione per quanto riguarda il loro numero, l’ubicazione e il riutilizzo a fini sociali.
Le fotografie che documentano lo stato concreto di conservazione di alcuni immobili ed alcuni esempi di riutilizzo, possibili grazie all’impegno di Enti Locali, Cooperative ed Associazioni, sostenuti dal contributo della Regione Emilia Romagna.
La mostra costituisce un’occasione per comprendere il grado e la profondità dell’infiltrazione delle organizzazioni criminali nel nostro territorio, ma anche come le esperienze di riutilizzo siano testimonianza di una volontà virtuosa di riappropriazione di questi beni, che possono diventare una risorsa per la comunità.


In Emilia-Romagna region, the number of assets confiscated by law increased in recent years. This is the sign of stealth infiltration of criminal organisations in our region. In Italy the confiscated assets can be reused for social and communitarian purposes. The exhibition shows the state and examples of good reuse of that assets.

Mostra a cura di Cristina Berselli e Federica Terenzi
Fotografie di Ivano Adversi e Alessandro Zanini
Urban Center Bologna | 18 marzo-18 aprile 2015



DIRITTI AL FUTURO - Storie di rifugiati a Bologna

La mostra fotografica che la città, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato il 20 giugno, dedica ai suoi rifugiati e richiedenti asilo, ritrae momenti di vita di alcuni di loro, tra chi arrivato da poco ancora fatica a immaginarsi una propria quotidianità in Italia e chi, a Bologna da più tempo, ha trasformato una terra di approdo nel luogo dove costruire un nuovo inizio.
Mostra promossa da Comune di Bologna (Settore Servizi Sociali) e Istituzione Gian Franco Minguzzi – Provincia di Bologna, con il contributo del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) – Ministero dell’Interno.
Fotografie di Ivano Adversi e Alessandro Zanini


On the World Refugee Day on June 20, the exhibition that Bologna devotes to refugees and asylum seekers, shows moments of life of some of them. We see stories about people who arrived recently which still hardly imagine their future in Italy and other who are in Bologna for longest time, and have found in our city a place to build a new beginning.
Exhibition sponsored by the Municipality of Bologna (Social Services) and Gian Franco Minguzzi Institution - Province of Bologna, with the help of the system of protection for asylum seekers and refugees (SPRAR) - Ministry of the Interior.
Photographs of Ivano Adversi and Alessandro Zanini

Biblioteca Sala Borsa
Piazza Nettuno, 3 - Bologna (Italy)
20-30/06/2012

Teatro del Pratello

ALLA LUCE DELLE PROVE - Il teatro nel carcere minorile di Bologna
Bologna, Bononia University Press, 2009, cm.23x23, 132 pp.,

Il libro "Alla luce delle prove" è il racconto di un'esperienza di teatro, realizzata all'interno del carcere minorile di Bologna (Italia). Le immagini raccontano le fasi delle prove teatrali che portano alla costruzione dello spettacolo, durante le quali i ragazzi detenuti lavorano insieme a giovani attori esterni. Questo lavoro è il frutto di un progetto di lunga durata che ho sviluppato nel corso di sei anni. ISBN: 978-88-7395-487-3


The book "Alla luce delle prove ("In light of evidences") is the story of an experience of theater, carried out in the juvenile prison in Bologna (Italy). The images show the stages of rehearsal leading to the construction of play, where the boys kept working with young actors from outside. This work is the result of a long-term project that I developed over six years. ISBN: 978-88-7395-487-3

Ivano Adversi, Roberto Brandoli, Alessandro Zanini
TERRE DI LIBERTA'
I volti e i luoghi del riscatto civile dalle mafie
Bologna, Minerva Edizioni, 2010

ISBN: 978-88-7381-300-2

Una legge italiana stabilisce che i beni confiscati alle mafie e alla criminalità organizzata siano riutilizzati per scopi sociali.
LiberaTerra è un'associazione di cooperative che lavorano sulle terre appartenute un tempo alle più potenti famiglie mafiose.
Il libro documenta il lavoro di queste cooperative in Sicilia, Calabria e Puglia. Sui campi uomini e donne costruiscono il proprio futuro affermando il diritto al lavoro e alla legalità.
Nel libro fotografie di Alessandro Zanini, IvanoAdversi, Roberto Brandoli.

An Italian law provides that property confiscated from mafia and organized crime must be re-used for social purposes.
Libera Terra is an association of cooperatives working on lands once belonged to the most powerful mafia families.
The book documents the work of these cooperatives in Sicily, Puglia and Calabria. On fields men and women build their own future affirming the right to work and legality.
Photographs by Alessandro Zanini, Ivano Adversi and Roberto Brandoli.

Terre di libertà: la mostra / the exibhition.
23/01/2010 - 20/02/2010 - Bologna - Sala d'Ercole - Palazzo d'Accursio
10/04/2010 - 25/04/2010 - S.Giovanni in P. (BO) - Palazzo S.Salvatore
28/07/2010 - 14/08/2010 - Catania
25/08/2010 - 20/09/2010 - Modena - Festa Provinciale PD
23/09/2010 - 26/09/2010 - Piacenza - Festival del Diritto - Palazzo Gotico
06/11/2010 - 22/11/2010 - Reggio Emilia - Spazio Gerra
07/04/2011 - 23/04/2011 - Palermo - Palazzo Jung